Mi chiamo Elisa Balsamo e sono nata il 27 febbraio 1998 a Cuneo. Dal 2017 sono una ciclista élite per la Valcar Travel&Service e per il gruppo sportivo della Polizia di Stato (Fiamme oro). 

Nelle categorie giovanili ho raccolto alcuni buoni risultati, in particolar modo ricordo con grande emozione l’oro a quattro mondiali nella categoria juniores: nel 2015 specialità scrach su pista, nel 2016 specialità omnium e inseguimento squadre su pista ed infine, sempre nella stessa stagione, vittoria al mondiale juniores su strada.

Nel 2017 il passaggio nella massima categoria è stato impegnativo, non solo a causa dell’altissimo livello presente nelle élite, ma anche perché sono stata impegnata con la maturità al liceo classico. Nonostante ciò sono riuscita ad ottenere alcuni ottimi risultati come l’oro ai campionati europei under 23 nell’omnium e nell’inseguimento a squadre, l’oro ai campionati europei élite nell’inseguimento a squadre, la convocazione ai campionati del mondo élite su strada e qualche altro piazzamento in gare UCI con la Valcar.

Durante l’inverno 2017/2018 ho partecipato a quattro delle cinque coppe del mondo su pista in calendario vincendo assieme alle altre azzurre la classifica finale nella madison e nell’inseguimento a squadre.

Nel 2018 credo di aver vinto quella che per me, finora, è una delle due medaglie più importanti: il bronzo ai campionati del mondo su pista élite nell’inseguimento a squadre. Anche per quanto riguarda la strada posso dire di essere soddisfatta del mio inizio di stagione con alcuni piazzamenti ed una vittoria in Olanda.

Le coppe del mondo su pista della stagione 2018/2019 sono state particolarmente positive con due bronzi, un argento e un oro con record italiana nell’inseguimento a squadre e un bronzo nella madison.

Nel 2019 ho ottenuto quattro vittorie su strada di cui una nell’ultima tappa del Giro della California, una gara World Tour! Sono stata convocata dalla nazionale per la seconda edizione dei Giochi Olimpici europei che si è disputata a Minsk sia per la prova su strada che per le specialità della pista, portando a casa un oro nell’inseguimento a squadre e un bronzo nell’omnium. La mia buona stagione su strada è stata premiata con la convocazione ai campionati del mondo in Yorkshire.

Le coppe del mondo invernali del 2019/2020 sono iniziate nel migliore dei modi con un bronzo nell’inseguimento a squadre a Minsk. La mia stagione 2020 su pista è stata coronata con un sesto posto con record italiano nell’inseguimento a squadre e un meraviglioso bronzo nella madison ai campionati del mondo di Berlino, quest’ultima sicuramente la medaglia più importante della mia vita ciclistica finora, assieme al bronzo mondiale nel 2018.

Grazie agli ottimi risultati siamo riuscite ad ottenere un pass per le Olimpiadi in tutte e tre le specialità di endurance della pista: inseguimento a squadre, madison e omnium. Con la posticipazione delle Olimpiadi al 2021 a causa del COVID-19 speriamo di poter arrivare ancora più preparate al nostro grande obiettivo.

Per quanto riguarda gli studi dopo la maturità ho deciso di iscrivermi alla facoltà di lettere moderne e contemporanee all’università di Torino.

La passione per la musica, in particolare per il pianoforte che ho suonato per 10 anni, e per la lettura accompagna quella per il ciclismo e per gli studi umanistici.